“Blu di te House”, boutique hotel di alta classe

Hotel Blu di Te
Il Patio dell’Hotel Blu di Te a Santa Margherita Ligure

A volte anche il luogo dove pernottare durante un viaggio può riservare piacevoli sorprese capaci di regalare agli ospiti particolari ed indimenticabili emozioni. Se qualcuno cerca soprattutto il comfort per appagare il corpo, altri desiderano soggiornare in un ambiente elegante e ricco di fascino per allietare anche lo spirito. Se, poi, tutti questi elementi si uniscono alla perfezione, allora il capolavoro è compiuto. A tutto vantaggio dei clienti. È questo il caso di “Blu di te House”, il primo boutique hotel di design realizzato in Liguria. In questa struttura, ogni particolare d’arredo è diverso dall’altro e ciascun oggetto di design lo si può considerare come una vera e propria opera d’arte.

Nato dalla ristrutturazione di una vecchia e grande casa di oltre 1.500 metri quadrati a Santa Margherita Ligure, nel Golfo del Tigullio, Blu di Te è una guest house curata in ogni dettaglio: dall’arredo all’ospitalità, dal cibo a km zero alla SPA e all’hair stylist curato dal famoso art stylist della moda Enzo Sanfilippo. Il nome “Blu di te” non è casuale. L’appellativo richiama un colore, ma significa anche “sono pazzo di te” in belga (je suis bleu de toi’). Obiettivo dell’albergo è coccolare i propri ospiti e prendersi cura di loro in ogni particolare. All’interno della struttura, l’atmosfera è romantica e sofisticata, reinterpretata in chiave contemporanea.

Tutto è stato studiato per offrire un’atmosfera sofisticata e familiare allo stesso tempo. Le stanze sono 20 e ciascuna è arredata in modo unico. Il salotto comune, dove si svolgono piccoli eventi e musica dal vivo, è il luogo dove la clientela si ritrova per conversare di fronte a un cocktail, fare nuovi incontri e cenare. “Blu di te House” è frutto di una ristrutturazione durata quasi due anni, curata da Concina. Chabrol, invece, sempre con la collaborazione di Concina, ha studiato l’interior per offrire il massimo comfort agli ospiti.
Sono stati selezionati con cura i materiali e i tessuti, sono stati privilegiati i velluti e i lini. Dal punto di vista strutturale, diversi sono gli elementi che impreziosiscono la struttura. Gli spazi, ad esempio, sono attraversati da una scala che scandisce i volumi. Le luci soffuse valorizzano i mattoni originali che s’accompagnano ai legni e ai seminati di
tradizione ligure. Per la pavimentazione, invece, sono state scelte le cementine di color turchese e rosa pallido in contrasto con i grigi e il nero, disposte in modo da rappresentare una costellazione.

Le camere, ciascuna diversa dall’altra, sono state arredate con mobili degli anni ’30 e ’50, scovati in oltre un anno di ricerca girovagando in tutta Europa: si va dai pezzi unici di Ettore Sottsass, Arne Jacobsen, De Sede, Braakman, Robin Day ad alcune opere di design dell’Expo Universellle del 1958. I servizi sono stati studiati al fine di coccolare gli ospiti. Il “Blu di Te House” ha un’esclusiva zona grooming dove ogni giorno l’hair stylist Enzo Sanfilippo mette a disposizione di tutti i suoi trattamenti. La SPA, su prenotazione, è disponibile anche per eventi privati.

La struttura è attenta anche a soddisfare il palato degli ospiti. Dalla colazione alla cena, la tavola dell’hotel è imbandita sempre con i migliori prodotti del territorio. L’hotel mette a disposizione anche una terrazza con piscina e bar. Di grande suggestione è la possibilità di prenotare un gozzo di 10 metri in teck e legni pregiati. Sull’imbarcazione, accompagnati da un marinaio, è possibile pranzare o cenare a bordo o partecipare ai tour on boat, anche notturni, per ammirare le città di Portofino, Camogli e San Fruttuoso.
“Blu di te House” è anche un boutique hotel. Tutti i pezzi di design che arredano le stanze sono in vendita. Una scelta che va incontro alle richieste da parte degli ospiti che non vogliono partire senza l’oggetto che li ha colpiti durante il soggiorno. Il design shop è disponibile anche on line sul sito dell’albergo.

Testo di Gabriele Laganà|Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

Visto che sei arrivato qui…

... abbiamo un piccolo favore da chiederti. Molte persone stanno leggendo Latitudes mentre le entrate pubblicitarie attraverso i media stanno calando rapidamente. Vogliamo che il nostro giornalismo rimanga accessibile al nostro pubblico globale. I contributi dei nostri lettori ci consentono di mantenere questa apertura, in modo che tutti possano accedere a informazioni e analisi accurate ed indipendenti. Il giornalismo di approfondimento di Latitudes necessita di tempo, denaro e duro lavoro per produrlo. Ma lo facciamo perché crediamo che la nostra prospettiva sia importante, perché potrebbe anche essere la vostra prospettiva.

Se tutti quelli che leggono i nostri articoli aiutassero a sostenere la nostra attività, il nostro futuro sarebbe molto più sicuro. Per un minimo di € 1, puoi supportare Latitudes e richiede solo un minuto. Grazie.